Iniettore sporco e pulito Additivi Blue

Additivi benzina, perché conviene usarli da subito

PERCHÉ UTILIZZARE ADDITIVI BENZINA

Per comprendere l’importanza dell’uso dell’additivo nel carburante dobbiamo tornare indietro nel tempo per capire le trasformazioni subite dalla benzina.

Dall’uso del carburante per la pulizia agli additivi benzina

Prima degli anni ’90, tutte le officine meccaniche pulivano le parti del motore con la benzina rossa che aveva un grande potere detergente e sgrassante. Successivamente siamo passati alla benzina verde. I minori poteri di pulizia, però, hanno spinto i meccanici a non impiegarla per pulire pezzi motore.

Gli indici Bosch affermano che ad ogni 7-8 mila chilometri di percorrenza si formano 40 Micron di deposito sui solenoidi degli iniettori. Questo comporta, quindi, una variazione della nebulizzazione del carburante in camera di scoppio ed una conseguente costante e continua variazione della carburazione. Ecco perché è importante la potenzialità detergente del carburante.

Oggi, quindi, molti produttori di carburanti affermano di utilizzare additivi benzina. Essi servono sia per la pulizia degli iniettori, che per la lubricità. Altre funzioni sono: antibatterico ed emulsionante d’acqua.

Perché l’uso di additivi benzina si è ridotto

Visti i problemi che riscontriamo tutti i giorni sui motori, possiamo asserire che l’uso di questi costosi additivi benzina si sia ridotto al minimo. Se, infatti, dal prezzo del carburante togliamo il 22% di IVA, più l’accisa che si prende lo Stato italiano (circa € 0,72 cent.) al produttore rimane molto poco. In un regime di concorrenza, quindi, egli cerca di fare business, molto spesso a discapito della qualità.

Pulizia serbatoio, iniettori e valvole di aspirazione

Oggi nelle benzine aggiungiamo anche una parte di carburante biologico. La miscela così composta aumenta il rilascio di depositi e la formazione di flore batteriche all’interno del serbatoio. Questo processo è inevitabile e si può rendere reversibile con buoni additivi benzina studiati e calibrati su questi problemi.

Un buon additivo per il carburante migliora la pulizia degli iniettori riduce i depositi sulle valvole di aspirazione e testa del pistone, contribuisce a una combustione omogenea e con meno residui, (l’appesantimento dovuto ai depositi riduce le performance).

Il motore consumerà di meno, sarà più pronto alla risposta del gas ed aumenterà la longevità del propulsore.

Clicca qui per scoprire tutta la nostra linea additivi benzina

Spesso crediamo che l’additivo sia un costo aggiuntivo. In realtà, l’uso di questi prodotti riduce le problematiche e favorisce un tangibile risparmio per il proprietario del veicolo. Inoltre, non meno importante, si contribuisce all’abbassamento degli inquinanti immessi in atmosfera dal motore tramite il tubo di scarico (HC= idrocarburi incombusti).

In questa immagine possiamo vedere la differenza tra un iniettore sporco e uno tenuto pulito grazie agli additivi benzina.

Iniettore sporco e pulito Additivi Blue

 

4.6/5 (5 Recensioni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto