cambio automatico CVT Mercedes Additivi Blue

Cambio automatico CVT Mercedes in recovery per mancanza pressione

Oggi prendiamo in esame Il cambio automatico CVT Mercedes Autotronic 722.8. La sua denominazione cambia in base al motore. Se è diesel, si chiama Autotronic 722.800; per benzina Autotronic 722.801.

Questo tipo di cambio è installato sulle versioni di Classe A e classe B; ovvero nei modelli: Classe A W169 Classe B W245.

Caratteristiche cambio automatico CVT Mercedes

Il cambio analizzato ha una trasmissione a variazione continua (CVT è una sigla inglese che sta per Continuously Variable Transmission). Il modello, quindi, non va confuso con il cambio robotizzato 7G-DCT con denominazione 724.0, montato invece su Classe A (176) e Classe B (246).

La differenza tra queste due tipologie di cambio è sostanziale. Il cambio robotizzato, infatti, è a rapporti predefiniti. Il passaggio da una marcia all’altra viene gestito autonomamente da una apposita centralina tramite sensori ed attuatori.

Il cambio CVT, invece, adotta una logica di funzionamento totalmente diverse. La trasmissione del motore non avviene tramite rapporti predeterminati. Essa, infatti, può variare continuamente grazie a due pulegge di larghezza variabile, collegate con una cinghia metallica a tasselli.

Fig.1[1]
1 Trasmissione variabile tramite l’accoppiamento di due pulegge

Pulegge e dischi: funzioni del cambio automatico CVT Mercedes

Per comprendere le peculiarità del cambio automatico CVT Mercedes, ci soffermiamo su pulegge e dischi.

Le singole pulegge sono costituite da due dischi conici (semipuleggia) coassiali, di cui una fissa e l’altra mobile. Lo scorrimento di quella mobile rispetto a quella fissa fa variare il diametro della puleggia. Quando, dunque, le semipuleggia sono alla massima distanza tra loro, il diametro è minimo. Se le semipuleggia si accostano, il diametro cresce. La trasmissione massima di coppia, quindi, si ha quando il diametro della puleggia sull’albero in uscita è minimo.

I dischi traslabili

Il movimento dei dischi traslabili avviene in senso opposto. Se, dunque, la distanza dei dischi sul primario diminuisce, aumenta la distanza tra i dischi posti sul secondario e viceversa. L’avvicinamento di un disco rispetto all’altro è provocato dall’aumento della pressione dell’olio all’interno delle camere di compressione.

Si intuisce che, al crescere della pressione sulla coppia di dischi primaria, corrisponderà un abbassamento della pressione sulla coppia di dischi secondaria. Sul disco mobile della puleggia condotta è installata una molla. Questa è in grado di fornire la pressione necessaria alla cinghia metallica, anche quando il cambio è senza pressione.

Scorrimento delle semipulegge tramite attivazione idraulica
Fig. 2 Scorrimento delle semipulegge tramite attivazione idraulica

Gestione del cambio con centralina elettronica

La gestione del cambio automatico CVT Mercedes avviene grazie ad una centralina elettronica. Essa si trova all’interno dello stesso cambio. Queste sono le funzioni svolte:

  1. Monitorare la temperatura dell’olio
  2. Analizzare i giri degli alberi in ingresso ed uscita
  3. Gestione delle elettrovalvole per comando frizione
  4. Gestione elettrovalvola di esclusione frizione convertitore di coppia
  5. Monitoraggio della pressione principale
  6. Analisi dei comandi ricevuti dalla leva selettrice

Il software integra:

  1. Due programmi di guida, sport S e comfort C.
  2. Adattamento allo stile di guida del conducente
  3. Funzione Kick-Down
  4. Comando manuale con azionamento della leva selettrice a sfioramento +/-

Controllo dell’olio per corretto funzionamento del cambio

Per il corretto funzionamento di questo tipo di cambio è indispensabile che l’olio sia della giusta qualità. Il suo livello, inoltre, deve essere sempre sufficiente per raggiungere il corretto regime di pressione all’interno di tutte le condotte del sistema. La pompa dell’olio, che prende il moto dall’albero motore, lavora tra i 4,5 ed i 67 bar.

Distributore idraulico
Fig. 3 Distributore idraulico

 

All’interno del distributore idraulico c’è il circuito completo per alimentare i componenti che usano l’olio in pressione. Poiché lo spazio è ridotto, due o più blocchi sono sovrapposti. Essi collegano, a livello idraulico, le valvole meccaniche e le elettrovalvole di gestione.

Quando si attiva lo status recovery

La centralina di comando del cambio automatico CVT Mercedes riesce a captare delle anomalie e ad avviare lo status di recovery.

Cosa succede, quindi, con la strategia recovery? In questo particolare momento, il rapporto di trasmissione si regola in base ai giri motore. Inoltre, la frizione di esclusione del convertitore di coppia viene disinserita e la pressione dell’olio può aumentare fino ad un valore massimo (la valvola di regolazione della pressione viene disalimentata).

L centralina CVT, azionando l’emergenza, manda comunicazione alla centralina motore tramite linea CAN. Nell’immediato, quindi, si accende la spia MIL e i codici guasto si generano.

Codici di guasto segnalati nel caso studio

Le limitazioni alle prestazioni del veicolo e l’accensione della spia MIL rendono obbligatoria l’analisi del cambio automatico CVT Mercedes. Occorre, quindi, un collegamento con uno strumento di diagnosi. I codici rilevati sono:

P0722: Segnale albero in uscita

P0793: Numero Giro coppia Secondaria

P0841: Pressione Idraulica

Analisi dei problemi e dei guasti

Esaminando il distributore idraulico, abbiamo notato che una parte di esso, realizzata in alluminio, presenta una crepa lungo una delle condotte principali.

Tratto danneggiato del distributore idraulico
Fig. 4: Tratto danneggiato del distributore idraulico

 

Questo cedimento è dovuto al fatto che lo spessore del materiale non è in grado di contenere la pressione dell’olio generata in quel tratto. Nel dettaglio, infatti, si vede come la crepa si è andata a sviluppare.

Dettaglio della crepa individuata
Fig. 5: Dettaglio della crepa individuata

 

L’intervento richiede, quindi, la sostituzione dell’intero gruppo elettroidraulico, con la centralina di comando CVT. Una volta installato, inoltre, il pezzo sostituito va configurato con l’apposito strumento diagnostico Mercedes.

In allegato anche il link per vedere il video del cambio automatico CVT Mercedes.

Articolo liberalmente rielaborato da: www.riparando.it (fonte immagini: Mancata pressione e il cambio automatico CVT Mercedes va in recovery)

5/5 (1 Recensione)

12 commenti su “Cambio automatico CVT Mercedes in recovery per mancanza pressione”

  1. Buongiorno , sento un rumore come un cuscinetto o qualcosa di metallo che gira facendo rumore metallico non forte , infatti si sente fino a una velocita di 50\60 km e a fermo accelerando in N o P , oltre non si sente . il rumore viene dal cambio automatico, essendo che si tratta di una Mercedes B180 Diesel del 2009 , vorrei chiedere cosa potrebbe essere successo , le cambiate le fa tutte . Grazie.
    N.B . quando viaggio dopo aver fatto tutte le cambiate a 120 km a 2200 giri , se spingo la leva del cambio verso destra si prende un altra marcia e scende a 1800 giri.

    1. Buongiorno,
      prima di tutto vorrei ringraziarLa per la fiducia e l’interesse che ha rivolto nella nostra azienda e negli Additivi Blue.
      La rumorosità che avverte potrebbe dipendere da un cuscinetto o dalla catena​ che opera nel variatore​ del sistema CVT.
      Le consiglio di eseguire subito una diagnosi e provare a risolvere il problema eseguendo una corretta manutenzione e lavaggio del su cambio CVT a variazione continua.
      La sua Mercedes Classe B serie W245 è dotata di un cambio CVT a variazione continua denominato 722.8.
      Per eseguire una corretta manutenzione e lavaggio avrà bisogno di

      Olio FLUIP ATF CVT Plus ( https://www.additiviblue.it/shop/fluip-motor-oil/linea-atf-plus/fluip-cvt-plus/ )
      Pulitore per cambi automatici Blue ( https://www.additiviblue.it/shop/additivi/cambio-automatico-e-manuale/pulitore-cambio-automatico/ )
      Gold Power Nanotech Blue ( https://www.additiviblue.it/shop/additivi/cambio-automatico-e-manuale/gold-power-nanotech/ )
      Filtro BFG7228G se ha la guarnizione in gomma ( https://www.additiviblue.it/shop/filtri-atf/mercedes/kit-filtro-guarnizione-mercedes-722-8/ ) oppure BFG7228F ( https://www.additiviblue.it/shop/filtri-atf/mercedes/kit-filtroguarnizione-ferro-mercedes-722-8/ )

      Il suo cambio ha una capacità di 6​,5​lt e ne occorreranno altri 3lt per il lavaggio.

      Mi raccomando! Chieda per la sua Auto sempre e solo gli Additivi Blue ed i lubrificanti Fluip Motor oil, gli unici testati e certificati da Prime Technology.
      Per maggiori info restiamo a sua più completa disposizione.
      Ci segua anche alla pagina Facebook @AdditiviBlue oppure iscrivendosi alle nostre newsletter del sito http://www.additiviblue.it
      Cordiali saluti

  2. buona sera,
    mi hanno sostituito una cuffia del semiasse anteriore, quella vicino al motore, e mi hanno fatto un rabbocco di olio (con le stesse caratteristiche tecniche ma della motul).
    ora l’auto è come se fosse sempre in “tiro” anche quando sono fermo al semaforo con il piede sul freno generando delle piccole vibrazioni fastidiose.
    sapete aiutarmi?
    mille grazie.
    silvio galeazzo.

    1. Buongiorno,
      prima di tutto vorrei ringraziarLa per la fiducia e l’interesse che ha rivolto nella nostra azienda e negli Additivi Blue.
      Di che auto parliamo?
      Premetto che l’olio Motul ritengo che non sia il top nella lubrificazione dei cambi automatici ma bisogna capire il tipo di cambio, e se ha eseguito manutenzioni con relativi lavaggi del cambio.
      Generalmente accade che l’olio pulito immesso per il rabocco, avendo un’azione pulente, spinge lo sporco del convertitore direttamente nel gruppo idraulico creando così anomalie come quella che riscontra. 
      Prima di dover revisionare il cambio si può eseguire un lavaggio con relativa manutenzione e spesso si riesce a risolvere il problema.
      Il Mio consiglio perciò è quello di rivolgersi ad uno dei nostri professionisti per eseguire una regolare manutenzione comprensiva di Lavaggio del cambio al fine di eliminare lo sporco creatosi dalle polveri delle frizioni che si è sedimentato nel convertitore di coppia e nel gruppo Idraulico. 
      Cordiali saluti

  3. È possibile che con questo problema mi manda in blocco il cambio automatico ma, se spengo e riaccendo la macchina, poi metto in manuale e l auto funziona bene

    1. Buongiorno,
      prima di tutto vorrei ringraziarLa per l’interesse e la fiducia che ha rivolto nella nostra azienda e negli Additivi Blue.
      È possibilissimo! Le consiglio di eseguire quanto prima una manutenzione + lavaggio del suo cambio al fine di non peggiorare la situazione.
      Può richiedere una valida officina da noi specializzata complicando il seguente link di assistenza gratuita: https://www.additiviblue.it/assistenza-problemi-al-cambio-automatico/
      Mi raccomando! Chieda per la sua Auto sempre e solo gli Additivi Blue ed i lubrificanti Kroon oil o Fluip Motor oil, gli unici testati e certificati da Prime Technology.
      Sarebbe molto gradito ricevere un suo Feedback in merito al trattamento che le ha rivolto l’officina da noi consigliata al fine di migliorare sempre di più il nostro servizio gratuito.
      Per maggiori info restiamo a sua più completa disposizione.
      Ci segua anche alla pagina Facebook @AdditiviBlue oppure iscrivendosi alle nostre newsletter del sito http://www.additiviblue.it
      Cordiali saluti

  4. Buongiorno. Quanto può costare riparare un cambio automatico Mercedes B del 2005 che ha questo problema idraulico?
    Ringrazio anticipatamente

    1. Buongiorno,
      prima di tutto vorrei ringraziarLa per l’interesse e la fiducia che ha rivolto nella nostra azienda e negli Additivi Blue.
      Il prezzo varierà in base al tipo di revisione che necessita ma non essendo noi revisionatori di cambi automatici non saprei aiutarLa.
      Cordiali saluti

  5. se dovessi comprare olio o additivi cosa ne faccio dopo dove vado a fare il cambio olio come sapete il lavaggio cambio olio l’ho fatto a pegognaga adesso x un po spero di stare tranquillo grazie comunque del consiglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto